Se avete deciso di acquistare un veicolo usato dovete registrare il passaggio di proprietà e aggiornare la carta di circolazione. Il termine per la presentazione, per non incorrere in sanzioni, è di 60 giorni dalla data dell’autentica della firma dell’atto di vendita.

Documenti necessari:

  • Il Certificato di Proprietà (CdP) o Foglio complementare del veicolo;

  • La carta di circolazione del veicolo;

  • Documento di identità/riconoscimento e codice fiscale dell’acquirente;

  • Documento di identità/riconoscimento del venditore;

N.B. Sono autorizzati ad autenticare le firme degli atti, oltre ai notai, gli Uffici Comunali e i Titolari degli Sportelli Telematici dell’Automobilista (STA) di cui all’art. 2 D.P.R. n. 358/2000, e cioè i Titolari delle Delegazioni dell’ACI e delle Imprese di Consulenza Automobilistica che hanno attivato lo STA, oltre che gli Uffici Provinciali della Motorizzazione (DTT) e gli Uffici Provinciali dell’ACI che gestiscono il P.R.A. (art. 7 del decreto legge n.223 del 4 luglio 2006).

ATTENZIONE:

Se l’acquirente è un cittadino extracomunitario residente in Italia, occorre presentare oltre al certificato di residenza od alla dichiarazione sostitutiva di certificazione – qualora la residenza non sia riportata sul documento presentato – anche copia del permesso di soggiorno in corso di validità – oppure copia del permesso di soggiorno scaduto con allegata la copia della ricevuta rilasciata dalle competenti Autorità attestante l’avvenuta presentazione della richiesta di rinnovo, oppure copia del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.

Se, invece, l’acquirente è un familiare extracomunitario di un cittadino dell’Unione Europea residente in Italia, occorre presentare oltre al certificato di residenza od alla dichiarazione sostitutiva di certificazione – qualora la residenza non sia riportata sul documento presentato – anche copia della carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’Unione oppure copia della carta di soggiorno permanente per familiari di cittadini europei.

se l’acquirente è un cittadino italiano residente all’estero e iscritto all’A.I.R.E., occorre presentare una dichiarazione sostitutiva di certificazione attestante l’iscrizione in uno dei registri AIRE e una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante l’elezione a domicilio presso una persona fisica residente in Italia ovvero presso uno Studio di Consulenza.

In caso di furto o smarrimento del foglio complementare o del Certificato di Proprietà è necessario richiedere il duplicato del foglio complementare o del CdP contestualmente al passaggio di proprietà.età.

In tal caso occorre integrare la documentazione presentando la denuncia sporta dall’intestatario del veicolo presso gli organi di pubblica sicurezza (in originale o in copia conforme all’originale).

Passaggio di proprietà in base all’art. 2688 del codice civile: si può verificare il caso che l’effettivo proprietario del mezzo non sia la persona o la società cui è intestato il veicolo al P.R.A. In questo caso l’effettivo proprietario, esclusivamente se in possesso del certificato di proprietà/foglio complementare originale, può comunque vendere il proprio veicolo ed ottenere la trascrizione al P.R.A. Per richiedere la trascrizione ex art. 2688 c.c. la dichiarazione unilaterale di vendita in bollo deve essere redatta non sul C.d.P. ma su un foglio a parte e dovrà contenere la dichiarazione che la vendita viene effettuata da proprietario non intestatario e che la trascrizione avverrà ai sensi dell’art. 2688 C.C. La trascrizione di questi atti è soggetta al raddoppio della I.P.T.

Associati ad ACI cliccando qui!
Potrai così usufruire di uno sconto sul passaggio di proprietà!